Una bella festa a Pizzighettone, un ricordo e grazie davvero!

La settimana scorsa ho avuto il piacere di essere presente ad una manifestazione celebrativa di cani da guerra.
A Pizzighettone, paese attraversato dall’Adda in uno scenario d’altri tempi, hanno sfilato cani da lavoro, salvataggio, competizione, insieme ad allevatori di cani particolari, provenienti da tutta italia e non solo.
Ho visto tanti cani e tanti appassionati proprietari ed allevatori, persone che dedicano la loro vita alla ricerca del fare bene cinofilia e lavoro con i cani.

Questo il link alla pagina Facebook per guardare le centinaia di meravigliose storie che hanno partecipato a questa manifestazione. (io come al solito mi sono lasciata prendere dall’entusiasmo, dimentica delle possibilità che oggi offre uno smart-phone!

Io facevo parte dello staff del Veterinario di Servizio e, contemporaneamente partecipavo al progetto di comunicazione di Diego Ricci, titolare della MarKCom, assieme a Gloria Vanni: un progetto che aiuta le aziende a capire come migliorare la sua posizione in rete.

Insieme a noi Enrica Zacchi, che ha presentato le sue floriterapie attraverso i Fiori di Bach e Californiani.
Anche Annalisa Barera sarebbe dovuta essere nella manifestazione, ma non ha potuto raggiungerci per dare i suoi fantastici consigli di alimentazione fresca personalizzata.

Ho incontrato e visto molte persone: alcune che non avevo ancora avuto il piacere di conoscere “dal vero” e che ho finalmente potuto incontrare e guardare negli occhi.
Alessio Nisticò di cane di famiglia, (ma una foto nooo???? mannaggia!!) l’incontro più gradito ed atteso.

onore-e-gloria-a-pizzighettone1

Ma tra tutte le persone che ho conosciuto, due gruppi sono quelli che mi hanno regalato le emozioni più grandi.
Quello con il SICS Squadra/Scuola Italiana Cani Salvataggio (www.canisalvataggio.it) .
La foto all’inizio del post è la loro (in un momento di lucidità sono riuscita a scattarla)

Sono una chiacchierona per natura e soprattutto curiosa. In questo periodo, sto scrivendo degli articoli specifici sul cane da lavoro e competizione e non potevo non parlarne con chi, questa attività la fa, salvando vite, mettendo in pericolo la propria e quella del proprio cane.
La dedizione e la passione che muove queste persone è incredibile e meravigliosa.

Ho chiesto loro di parlarmi dei loro cani, di cosa fanno insieme, come li preparano e, soprattutto come si comportano quando devono fare salvataggi in acque con temperature particolarmente rigide.
“Dobbiamo trattenerli e cercare di farli entrare con calma, fosse per loro si butterebbero senza pensarci!”

Devo dire la verità, tanta la passione che sprizzava da ogni gesto e sguardo, che non ho preso appunti, ma solo trattenuto negli occhi e nella testa la meravigliosa sensazione di complicità e amore che, reciproco, c’è tra cane e conduttore, tra questi due amici, compagni di gioco, di vita.

Mi hanno detto che finito il periodo di addestramento, il cane viene affidato a loro in tutto e per tutto, compresa la loro salute fisica e mentale.
“Per toglierlo dal lavoro, finito il salvataggio, cosa fate, come affrontate il momento del recupero?” chiedo, per capire come lavorano.

Mi rispondono che li portano via dall’acqua, semplicemente. Non potrebbero restare nelle vicinanze, per rilassarsi, perché tanta è la passione di questi cani, che restare sul luogo vorrebbe dire, mantenerli nella stessa tensione.

Ho chiesto però se conoscevano tecniche particolari di riscaldamento, o streching e mi hanno detto che no, non ne conoscono.

L’altro gruppo di persone incontrate è quello del centro medico Veterinario militare di Grosseto.
E qui il mio cuore ha avuto un sussulto (e confesso mi sono sentita un po’ vecchietta…) perché ? Perché quando io studiavo medicina Veterinaria, il mio intento era quello di fare la scuola di mascalcia veterinaria militare di grosseto (volevo fare il maniscalco, ferrare i cavalli ed imparare a fare le così dette ferrature correttive…scarpe particolari che aggiustano alcuni difetti di postura ed andatura nei cavalli).
Ma allora le femmine non potevano entrare!!!(aaghh!!)

Ed allora mi sono dovuta arrendere e non ho potuto realizzare il mio sogno. Ma quella scuola e quel centro tutto, è rimasta sempre un punto di riferimento per me, eccellenza assoluta nella ricerca, allevamento cani e cavalli, addestramento, insomma, un bel posto dove avrei voluto fare apprendistato. Oggi si può forse (penso), ma allora era proprio improbabile.
Ed avevo ragione a sognare di andare li, perché parlare con i ragazzi che ci vivono mi ha confermato che lì ci sono persone speciali.

onore-e-gloria-a-pizzighettone1
Kit, quello in mezzo che assaggia la mano del veterinario, insieme al suo conduttore il Caporal Maggiore scelto Antonino Agosta

Kit, è un meraviglioso e serissimo cane da ricerca esplosivi.

“Se c’è una bomba da qualche parte, stai pur certo che te la trova…” questa la frase che il Caporal Maggiore ha detto a mio marito (accompagnatore ufficiale, non mi muovo mai senza), appassionato di cani e con una adorazione per i militari tutti.
Con il Caporale abbiamo parlato della preparazione del suo cane, di quanto vivono in simbiosi, di quanta attenzione mette nel controllare che lui sia sempre al massimo. E non solo perché così avrà la possibilità di fare bene il suo lavoro, ma perché è diventato parte integrante della sua vita.
L’orgoglio con cui parla di Kit, della sua divisa, della vita che fa, mi fa commuovere ancora oggi.
A lui e a tutti coloro che fanno il loro mestiere, assieme ai volontari non militari, un grazie di cuore per tutto ciò che fanno.

Da qui l’idea di fare un articolo dedicato proprio a questo argomento: preparazione atletica, rivolta in particolare alla preparazione muscolare, di quelle parti fisiche che, più spesso sono soggette a traumatismi, perché magari meno utilizzate come forme muscolari o forse troppo utilizzate e sviluppate in modo non adeguato.

L’ho preparato ed a breve sarà on line su cane di famiglia.it.

E tu eri a Pizzighettone?
Raccontaci cosa hai visto!

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...