Wet Strategies, le strategie per Vet sul Web: Facebook

Cosa sono le WetStrategies? sono strategie per Vet sul Web!
Chiarito il perché ti serve una strategia per comunicare al mondo intero che esisti, attraverso la rete (l’ho analizzato brevemente qui), cerchiamo di capire quali mezzi hai a disposizione per poterlo fare.

Oggi parliamo di un aspetto soltanto, di Social network: Facebook nella fattispecie.

Sembra che l’80% dei veterinari italiani siano su questo Social Network.

Cosa implica questa affermazione? Due cose fondamentalmente: la maggior parte dei veterinari si rende conto che questo spazio è un bacino di utenza incredibilmente vasto e vogliono sfruttarlo per la loro visibilità. (Possibilità molto ottimista).

La maggior parte dei veterinari è su Facebook, per farsi i fatti propri, ed incontrare i vecchi amici di scuola, comunicare cavolate a manetta ed insultare il calciatore di turno.
Ogni tanto, ricordandosi del mestiere che fanno, postano qualche video di pappagallini che si lavano nel lavandino di casa.
In realtà c’è anche una terza categoria di professionisti illuminati, che si rende conto davvero della potenzialità di questo mezzo e lo sfrutta in modo corretto, per informare i propri clienti, dare informazioni utili e corrette ed accrescere così la propria visibilità ed autorevolezza sul web.

La prova di ciò che affermo l’ho avuta prima di scrivere un post che mi avevano chiesto molti proprietari di animali, non soddisfatti dei loro medici: “come scegliere il veterinario”, eccoti il link.

Quello che ne è uscito (almeno considerando solo questo mezzo di comunicazione) è stato a dir poco desolante.
Ho visto pagine “che voi umani non potete neanche immaginare…”.
Vediamo quindi quali sono gli errori che vengono più frequentemente fatti dai colleghi medici nell’utilizzare questo mezzo di comunicazione tanto potente quanto (troppo spesso) maltrattato.

Una prima considerazione doverosa: la differenza tra pagina e profilo Facebook.

Il profilo Facebook può essere utilizzato in tre modi diversi.

  • Per fare ciò che fanno tutti, mettere foto degli spaghetti che ha cucinato tua moglie o tuo marito, il selfie con il cane ecc.
  • Ma potrebbe essere invece utilizzato in modo molto più proficuo! Ad esempio per mostrare chi sei davvero dal punto di vista professionale.
    Quindi potresti comunicare con i tuoi amici, postare foto di tutti i generi, ma poi potresti pensare di condividere contenuti utili, ad esempio provenienti dalla tua pagina Facebook.
    A questo proposito Simone Bennati, ha scritto un post che potresti trovare molto utile e che ti consiglio di leggere, questo.
    Un altro articolo interessante sulle differenze tra profilo, pagina e gruppi, lo trovi anche qui
  • Il terzo modo è quello di mettere tutta la tua professionalità anche nel tuo profilo (anche, perché sarà la tua pagina il mezzo più importante).

Attraverso il profilo, dovresti riuscire a creare una community, non soltanto di colleghi, ma soprattutto di clienti, proprietari di animali che dovrebbero diventare tuoi fan (e magari anche clienti, se non lo sono già), devono letteralmente stalkerarti, diventando i tuoi maggiori sostenitori.
Devi entrare nei gruppi Facebook di proprietari, allevatori, amanti di animali, fare comunicazione con loro, diventare un loro punto di riferimento (Ci vuole tempo, calma e pazienza, esattamente come nella vita reale, non puoi pretendere di entrare in un gruppo di persone e diventare il loro beniamino in tre giorni!)
Devi diventare un guru per i tuoi pazienti.
Per fare questo, devi dimostrare di esserlo, facendo capire loro che TU SAI QUELLO CHE DICI E FAI QUELLO CHE SAI!

Devi essere credibile, postando notizie utili alla tua comunità.

Attento però, non dovrai mai fingere di essere qualcuno che non sei. La tua immagine deve essere coerente con la tua attività, per cui se hai dei problemi nella vita reale, non sei empatico con le persone (ad esempio)oppure hai una struttura che non funziona, non potrai affidarti solo ed esclusivamente al web, ma dovrai cercare di risolvere i tuoi problemi PRIMA e poi potrai comunicare al mondo la tua capacità!

Vediamo quindi come farlo, nella tua pagina Facebook.

Partiamo dall’inizio e andiamo a vedere da cosa è composta una pagina.

La prima cosa che vedi in una pagina Facebook, è l’immagine di copertina, quella foto grande in alto che oggi (e da poco tempo) è un rettangolo pulito, che non ha più in basso a sinistra una foto più piccola, che è stata spostata completamente a sinistra, al di fuori dell’immagine.

Pagina facebook

Ti metto una pagina completamente diversa come argomento.
Come noterai in questo riquadro puoi davvero inserire tutto quello che vuoi, ed è uno spazio importantissimo, perché può davvero comunicare molto. In questo articolo trovi molti consigli utili.
Certo, dovrai avere dimestichezza con l’editing delle immagini, ma ne vale la pena.
Esistono strumenti molto semplici da utilizzare e ti assicuro che, se sei stato in grado di prendere una laurea in medicina, sei certamente in grado anche di imparare ad usare uno strumento per creare immagini.
Uno di questi, il più semplice, è Pickmonkey.
Un buon tutorial per usarlo è questo, ma ti assicuro che è molto intuitivo, e semplice da usare. E’ uno strumento on line, non devi scaricare nulla sul tuo pc ed è davvero comodo!

Come avrai capito, per poter gestire in modo adeguato una pagina facebook, non ti basta infilarci dentro qualche video di animaletti amorosi e simpatici, devi rimetterti a studiare.

Fallo, su siti interessanti ed autorevoli.

Io ti metto qualche altro link utile in modo che tu possa in generale farti una infarinatura. Ludovica De Luca è una delle mie preferite.
Questa blogger è, a mio avviso una delle più brave in circolo. Studia il suo sito dall’inizio alla fine, partendo magari dall’argomento Social, ma poi spazia e leggi i suoi articoli.
Sono prima di tutto molto interessanti ed in secondo luogo, molto utili.
Io ho trovato molto bello anche questo che ti linko qui .

Questo per darti un’idea di tutto quello che potresti mettere in una pagina Social.

La tua perplessità però adesso me la sento dentro le orecchie, perché so per certo che ti starai dicendo, per prima cosa che tu non hai un sito, ne tanto meno un blog e per cui molti di questi consigli non sono adatti a te.
Che non hai nemmeno altri canali social e quindi non puoi seguire altri consigli che hai trovato.

Non ti disperare però, perché è qui che intervengono i miei consigli.

Come avrai notato le pagine Facebook, hanno cambiato faccia ultimamente. Sono molto più simili a dei siti internet veri e propri, ed è così che tu le dovrai sfruttare.
Dovrai cioè imparare ad usare i post e le note (poi ti spiegherò cosa sono e da dove le puoi pubblicare) come se fossero dei veri e propri articoli di un tuo sito.

Perché questo?

Perché proprio attraverso il tuo sito (la tua pagina) tu puoi consigliare, dare informazioni utili, e dimostrare le tue capacità.
Inoltre avrai la possibilità di farti localizzare, perché al suo interno c’è la mappa che ti consente di mettere il tuo indirizzo. Con questa funzione puoi attivare la possibilità di far mettere delle recensioni ai tuoi clienti! Queste sono molto importanti perché servono a Google per valutare la tua struttura e farla valutare quindi anche ai tuoi clienti!
Dovrai emozionare i tuoi clienti, presenti e futuri, dovrai far capire loro quanto vali e renderti utile ed indispensabile!

Vediamo come fare, con qualche consiglio pratico.

Hai un ambulatorio in una città.
Sai che in estate è zona endemica per Lehismaniosi, oppure c’è stata una recrudescenza di infezione da Cimurro.
Hai saputo oppure ti sei reso conto che presso la tua struttura ci sono stati molti casi di una particolare patologia.

Scrivilo, apri una nota, metti una foto rilevante e ad effetto, un titolo che colpisca e scrivi cosa sta succedendo.
Per farlo dovrai dal tuo PC aprire dal pulsante a sinistra “Note” la sezione, e poi in alto a destra, Aggiungi nota.

note facebook come gestire una pagina per veterinari

 

Ti si apre una schermata vuota in cui non dovrai fare altro che inserire la tua immagine che avrai precedentemente creato e poi inserire il titolo, ed il testo sottostante.

note facebook come gestire una pagina per veterinari

Questo il risultato. L’immagine che vedi è stata editata, inserendo direttamente il titolo dentro all’immagine, in modo che si capisca subito di cosa si parla. Una cosa che puoi fare con lo strumento che ti ho linkato più su, Pickmonkey.

Il grande vantaggio delle note, rispetto ad un post normale è che rimangono in una sezione consultabile in qualunque momento dai tuoi utenti, all’interno della pagina, mentre il post si perde nella continua rotazione delle pubblicazioni.

Inoltre le note hanno una maggior visibilità nella time line di Facebook, rispetto invece ad un post con richiamo ad un link esterno, che vorrebbe quindi portare gli utenti di Facebook, al di fuori del social.

Quindi se hai un sito, un blog, puoi utilizzare le note per fare un riassunto e rimandare al tuo sito la lettura completa, come è stato fatto per la nota che ti ho linkato.
Inoltre dovrai condividere anche sul tuo PROFILO la nota che hai scritto, come anche un post se lo vorrai fare, in modo che abbia più visibilità.

Ti faccio un altro esempio di argomento da postare.

Ti ricordi il caso di Palla? L’irriconoscibile cane a cui avevano stretto un legaccio attorno al collo, tanto da fargli gonfiare la faccia come una palla, appunto?

Bene, da quel caso, potresti trovare lo spunto per spiegare il motivo per cui un legaccio crea un edema di quel genere.
Potresti riportare l’argomento anche alle medicazioni fatte in casa, del perché non devono essere troppo strette.
Questo potrebbe essere utile sia come indicazione per coloro che si trovano a dover fare una medicazione a casa, ed anche per emozionare, ricordando un fatto di cronaca che ha fatto molto discutere per la crudeltà del gesto, e per la bontà dell’intervento che è riuscito a salvarlo.
Inoltre accrescerebbe la tua autorevolezza, dimostrando sensibilità nei confronti del caso, e praticità perché spieghi con parole SEMPLICI E CHIARE, cos’è un edema, da dove viene, come prevenirlo e come curarlo.

La semplicità della spiegazione è essenziale.
Il tuo linguaggio è automatico. Termini medici per te, sono normali. La maggior parte delle persone però, non li capisce e anche se tu pensi di parlare semplice, devi sforzarti di riconoscere i termini tecnici e di tradurli immediatamente.

Se scrivi “ridurre una frattura”, devi mettere tra parentesi (operare un osso rotto), altrimenti le persone non capiranno di cosa stai parlando.

Altro esempio

Hai una specializzazione in citologia.
La pagina Facebook Vet Med ha postato un bellissimo video, sulla degranulazione delle Mast cellule. Questo

Potrebbe essere interessante per chi non ne conosce il significato e l’esistenza. Spiega in parole semplici cosa sono, cosa fanno e perché sono così importanti.
Puoi portare l’argomento sulle vaccinazioni, perché sono da fare e fino a quando ecc ecc.
Spiegalo amando l’oggetto di cui parli, rendilo interessante, facile e chiaro.

Leggi e rileggi, cercando gli eventuali errori di battitura.
Poi pubblica, ricondividi sul tuo profilo, fai un commento e magari, se hai qualche lettore che sai che ti segue, taggalo, in modo che sappia che questo post (o nota) è rivolta a lui!
Ogni tanto potresti condividere queste cose all’interno dei gruppi che stai frequentando.

Ogni quanto devi pubblicare ?

La frequenza dei post è un rebus.
In realtà la mia esperienza dice che l’ideale è un paio di volte la settimana, ma io non mi formalizzerei.
L’importante è soprattutto avere persone che ti seguono davvero interessate a ciò che scrivi, e questo creerà movimento sul post (o nota) che hai prodotto.
Anche perché per fare una pubblicazione adesso ti ci vorrà molto tempo e dedizione. L’importante è non fare cose a casaccio!
Non pubblicare cose inutili, cose che potresti e dovresti pubblicare solo sul tuo profilo. (La foto della nonna, figlia o zia, il panino preso al bar ecc.)
Usa la tua pagina solo ed esclusivamente per cose pertinenti al tuo lavoro e che lo descrivano. Un cambio di orario, un nuovo servizio, una convenzione con una pensione o gruppo cinofilo.
Usa le immagini, non postare nulla con solo testo, ma usa sempre un’immagine, possibilmente pertinente ed emozionante (capisco che non è semplice, ma è uno sforzo che devi fare).

Non avere paura di postare articoli di colleghi, link utili o posti di altri che siano pertinenti con la tua attività.
Puoi sempre farlo, dando ancora più risalto al tuo lavoro.
“Lo fa anche lui!! Vuole dire che è un buon trattamento, vieni fiducioso a farlo anche da me…”

Studia, leggi, informati e non perdere tempo in cose inutili.
Questa è la nuova comunicazione, questo è uno dei modi che hai per superare la crisi (perché non è vero che c’è la crisi nel tuo settore, i colleghi lavorano, tanto da non sapersi più girare intorno!).
Se però sei rimasto alla comunicazione sulle pagine gialle, è possibile che la crisi tu la stia sentendo davvero, ma la colpa è anche tua, se non so come trovarti, o se quando ti trovo, non trovo ciò che cerco, significa che stai sbagliando qualcosa.

Bene per oggi ho finito. Mi raccomando, studia e se hai bisogno di una consulenza, trovi i miei contatti qui.

Advertisements

2 thoughts on “Wet Strategies, le strategie per Vet sul Web: Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...